Hacker di professione? - prima parte

Ottobre 13th, 2016

Ora, potete trovare la versione aggiornata dell'articolo al seguente indirizzo:   "Vuoi diventare un Hacker? - I parte -"

La seconda parte la potete raggiungere al seguente link:

Hacker di professione? - seconda parte

Il mondo del Cloud Mining: un salto nel futuro!

Dicembre 1st, 2015

Il Cloud Mining rappresenta una delle attività più importanti appartenenti al mondo delle crypto-currency o meglio conosciute con il nome di Bitcoins.  Il mondo delle crypto-valute è in continua espansione e allo stato attuale può essere considerato una delle più grandi rivoluzioni del Web .

Ma cosa significa Cloud Mining?

Mettendo insieme il termine Cloud o nuvola e il termine Mining o "attività mineraria" si giunge alla definizione: "attività mineraria svolta nella nuvola". Ovviamente, tale attività non indica una qualsiasi attività dedita all' estrazione di un qualsiasi minerale, ma in sostanza produce (genera) crypto-currency o meglio dette Bitcoins.  Tutto ciò avviene in datacenters remoti dislocati nei posti più impensabili: dalla Svezia, all'Islanda, o dalla Cina All'America del Nord.

Cloud Mining
Foto 1.
(Genesis Mining X11: un nuovo datacenter!).

Ma come posso utilizzare tali servizi?

In questo articolo non voglio descrivere  l'utilizzo dei servizi di Mining, ma per saperne di più visitate il seguente link:
Cloud Mining: un nuovo servizio 3.0!

Nozioni di base di AS/400 - Seconda parte di appunti -

Maggio 22nd, 2013

Come già detto nella prima parte degli appunti in questo post vedremo come gestire gli oggetti. Per prima cosa , iniziamo dal CONTROL LANGUAGE (CL) che permette tutte quelle operazioni o attività sugli oggetti come la modifica, il salvataggio, la cancellazione e altre operazioni. Attraverso il CL l'utente può effettuare delle operazioni sui file, sui programmi e via dicendo.

Dopo aver introdotto il CONTROL LANGUAGE dobbiamo parlare del concetto di sistema operativo OS/400. Infatti, quest'ultimo si può definire come l'insieme di programmi che un qualsiasi utente richiama utilizzando il CL. In via definitiva, diciamo che OS/400 è il sistema operativo, mentre AS/400 è il sistema.

I comandi del CONTROL LANGUAGE posseggono una sintassi base e cioè il nome del comando e i parametri passati. I primi tre caratteri del comando eprimono generalmente l'azione del comando mentre il secondo gruppo di caratteri indicano il tipo di oggetto su cui si compie l'azione. Per quanto riguarda i parametri passati sono relativi al comando considerato.

Un esempio breve del Control Language.

Prendiamo come esempio il comando CTRLIB. Con i primi tre caratteri richiamo l'azione CREATE (CTR), mentre con gli altri caratteri(LIB) mi riferisco all'oggetto su cui si effettua l'operazione, che in questo caso è una libreria. In sintesi, il comando precedente crea una libreria. Quindi, immettendo nel sistema il comando CRTLIB LIB(PROVAUNO) ,il parametro è LIB(PROVAUNO) mentre il comando è CRTLIB, la cui esecuzione crea una libreria dal nome PROVAUNO.


Figura 1.
(Creazione della libreria PROVAUNO con il comando CRTLIB).

Analizzando in dettaglio l'esecuzione del comando quando si esegue CRTLIB LIB(PROVAUNO) è come se si scrivesse:

CRTLIB LIB(PROVAUNO) TYPE(*PROD) TEXT(*BLANK) poichè i parametri di default TYPE e TEXT sono rispettivamente *PROD e *BLANK (v. figura 2). Se invece, si volesse personalizzare il tutto, bisognerebbe scrivere:

CRTLIB LIB(PROVAUNO) TYPE(*TEST) TEXT("Libreria di prova")

Un altro modo di scrivere o di personalizzare i comandi è di premere F4 dopo aver scritto il comando e quindi immettere i relativi parametri (vedi immagine successiva).



Figura 2.
(Premendo F4 si personalizza la creazione della libreria).

Bene, oggi abbiamo visto come utilizzare un comando del CONTROL LANGUAGE, nella prossima parte vedremo come si utilizza l'HELP in OS/400.

Nozioni base AS/400 - Prima parte di appunti

 

Parentesi pubblicitaria: